CATANIA

Promotori: Associazione Italiana di Epistemologia e Metodologia Sistemiche (AIEMS) - Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) UNICT
Con il patrocinio di:
AIEMS
UNICT
AIAB
Associazione "Simenza"
Rete fattorie Sociali

Associazione Italiana di Epistemologia e Metodologia Sistemiche (AIEMS)

Nata nel 2008, persegue l'applicazione sul piano metodologico di un'epistemologia di tipo sistemico, da diffondere nei contesti della ricerca, della formazione e delle pratiche professionali, con particolare attenzione ai temi della salute e dell'educazione. Pubblica, sul proprio sito la rivista scientifico-culturale “Riflessioni Sistemiche”. Collabora con Dedalo '97 nella realizzazione del Festival della Complessità e all’edizione della collana “Quaderni della Complessità” (Guaraldi Ed.)
Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) UNICT

Il Di3A svolge Attività Scientifica e Didattica negli ambiti delle produzioni agricole e alimentari e della tutela dell'ambiente. Al Dipartimento afferiscono docenti dei Settori Scientifico-Disciplinari AGR e BIO delle Aree Scientifiche 07 (Scienze agrarie e veterinarie) e 05 (Scienze biologiche), le cui attività di ricerca riguardano: Agronomia e colture alimentari e non alimentari; Chimica e Biotecnologie agrarie; Tecnologie alimentari; Zootecnia; Fitopatologia ed Entomologia.
Dal riduzionismo alla complessità
Verso una "scienza nuova" per governare l'incertezza. Il paradigma agroecologico per la transizione dell’agricoltura verso la sostenibilità.
26 Maggio 2016
Ore 15:30 - 19:00 presso Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) dell'Università di Catania, Aula Magna A. Jannaccone - Via Valdisavoia, 5, 95123 Catania


”Abbiamo bisogno di un nuovo modo di pensare per risolvere i problemi causati dal vecchio modo di pensare” (A. Einstein). Muovendo da tale affermazione, l’evento si snoderà attraverso un excursus dal riduzionismo alla complessità, per sostenere la necessità di un’integrazione dei saperi che conduca all’affermazione del pensiero sistemico. La comprensione della complessità dell’agroecosistema e il paradigma agroecologico possono condurre il mondo agricolo alla transizione verso la sostenibilità.
Giuseppe Gembillo
(Socio Onorario AIEMS)

Ordinario di Storia della Filosofia all’Università di Messina. Insegna Storia e Filosofia della complessità e Storia e Filosofia della Scienza. Membro del: Comitato scientifico dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici (NA); Consejo Académico Internacional de la Multiversidad Mundo Real “Morin” di Hermosillo (Messico); Consejo internacional por el Pensamiento Complexo. Dirige il “Centro Studi di Filosofia della Complessità “Morin” dell’Università di Messina e la Rivista "Complessità".
Umberto Anastasi
(Socio Onorario AIEMS)

Ph.D., è ricercatore all’Università di Catania. Svolge attività scientifica indirizzata all’applicazione dell’approccio sistemico nella definizione di modelli resilienti per una gestione sostenibile degli agrosistemi mediterranei, alla valorizzazione della agrobiodiversità autoctona di colture erbacee, e alla qualità salutistica dei prodotti derivati. E’ docente di Agronomia e coltivazioni erbacee nel CdL in Scienze e Tecnologie Alimentari. Socio della Società Italiana di Agronomia e dell’AIEMS.
Paolo Guarnaccia
Ricercatore dal 1991 presso il Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) dell’Università di Catania. La sua attività di ricerca riguarda lo studio e le applicazioni della ecofisiologia delle piante coltivate, della agroecologia dei sistemi agroalimentari e agroindustriali mediterranei e della tutela della biodiversità agraria. E’ docente di ‘Principi e tecniche agronomiche in Agricoltura Biologica’ e di ‘Agronomia Ambientale e Ecologia’.
Guido Bissanti
Laureato in Scienze Agrarie all’Università di Palermo. Ha svolto ricerche su programmi di lotta biologica ed integrata (CNR). E’ stato presidente dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Forestali della provincia di Agrigento. Svolge la professione di Agronomo nel settore della Pianificazione Territoriale e della Progettazione Ambientale, occupandosi di Sistemi Ambientali, Termodinamica Ambientale, Sviluppo Sostenibile e Analisi di Politiche Ambientali e Rurali. Autore del saggio “Come il Titanic?”.