Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più visita la pagina dedicata alla Cookie Policy

header sito

SOCIAL

         

bari

 

BARI

Promotori: AIEMS - Associazione Italiana epistemologia e metodologia sistemica

Nata nel  2008 per iniziativa di persone provenienti da diversi ambiti disciplinari con l'intento di favorire riflessioni di tipo sistemico, considera quelli della salute e dell'educazione come i propri contesti di riferimento, promuove convegni e seminari con l'obiettivo di approfondire e diffondere l'approccio sistemico. Pubblica, sul proprio sito (www.aiems.it) la rivista telematica scientifico-culturale “Riflessioni Sistemiche”. Collabora con Dedalo '97 nella realizzazione del Festival della Complessità e, dal 2012, all’edizione della collana  “Quaderni della Complessità” edita da Guaraldi Editore

 aiems    logo-FB

 

COMPLESSITÀ, ECONOMIA, FRATERNITÀ. PERCHÈ LA CREATIVITÀ È QUESTIONE META-DISCIPLINARE

giovedi 28 maggio

Perchè la Creatività è questione meta-disciplinare

seminario di studi

ore 15,30 -18,30 presso Sala del Consiglio, Nuovo Palazzo Ateneo, via Crisanzio - Bari

Il cuore della riflessione sistemica sarà la METADISCIPLINARITA’ ed il particolare ruolo assunto dall’arte e dalla postura “estetica” - così come nella accezione  di G. Bateson – nella ricerca scientifica di tutti gli ambiti del sapere; per questo motivo, il seminario barese sarà "dedicato" a due  figure dell'orizzonte scientifico locale  che hanno nei loro studi anticipato la prospettiva della interconnessione sistemica tra conoscenze:

la prof.ssa Franca Pinto Minerva  e l'artista/economista Vito Antonio Russo.

Entrambi, introdotti da Rosa Gallelli, prof. associato di pedagogia presso l’ateneo barese, illustreranno le “IBRIDAZIONI”  tra arte e scienza sperimentate nelle loro ricerche.

Coordinerà Antonia Chiara Scardicchio per l’AIEMS: scopo dell’evento è riflettere intorno alla necessità che l’Accademia per prima riveda i suoi steccati disciplinari e predisponga piani sistemici per la formazione dei futuri ricercatori.

Sono previsti gli intervisti di tre studiosi che nel territorio locale, ma con risonanza nazionale, si sono scientificamente occupati di Complessità:
Rosa Gallelli, Angela Volpicella, Peter Zeller.

 

Franca Pinto Minerva

Già preside delle Facoltà di Lettere e di Scienze della formazione dell’Università degli Studi di Foggia, ordinario di Pedagogia Generale ed oggi prof.re straordinario, Franca Pinto Minerva  è l’autrice di uno dei più importanti manuali della storia della pedagogia italiana. A lei per prima si deve lo sguardo sistemico che ha connesso la pedagogia a tutte le altre scienze, non soltanto umanistiche; lei tra i primi in Italia ha prodotti studi di altissimo valore in ordine alle ricadute pedagogiche delle rivoluzioni scientifiche del Novecento ed ella per prima ha elaborato il costrutto del “post-umano” scrivendo in tema di evoluzioni tecnologiche ed identitarie. Più di vent’anni fa ha fondato il dottorato in “pedagogia delle scienze della salute”, primo dottorato italiano a “connettere” un polo umanistico con un polo medico.

Vitantonio Russo

Classe 1932, prof.re di  discipline economiche presso la Università di Bari, di Lecce e Foggia, è l’ideatore della “Economic Art”: progetto scientifico ed esistenziale in cui coniuga l’economia con l’arte, l’arte con l’economia. Le sue opere artistiche sono state esposte in Italia ed all’estero e sulla sua ricerca estetico-economica sono stati pubblicati molti studi. I suoi manuali di economia sono stati oggetto di studio presso molti corsi di laurea.

Rosa Gallelli

Associato di Pedagogia presso l’università di Bari, si occupa da trent’anni di studi sulla complessità, i linguaggi multimediali, la pedagogia della salute, l’identità di genere. Insignita di un importante premio pedagogico nazionale, è autrice di copiose pubblicazioni che si caratterizzano per i particolari interstizi tra pedagogia e psicologia, pedagogia e filosofia, pedagogia e neuroscienze.

Antonia Chiara Scardicchio

Prof.re aggregato in Pedagogia Sperimentale presso l’Università di Foggia; nel marzo 2014 è stata insignita del primo Premio Italiano di Pedagogia, istituito dalla Società Italiana di Pedagogia. Nel giugno 2014 è tra i 26 Soci Fondatori della Società Scientifica Italiana di Medicina  e Sanità Sistemiche. E’ autrice di pubblicazioni internazionali e nazionali inerenti i nessi tra epistemologia e neurobiologia, approccio sistemico e didattiche della complessità, rivoluzioni scientifiche della post-modernità e dispositivi estetici nella formazione.

Newsletter

Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail per ricevere la Newsletter del Festival della Complessità