Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più visita la pagina dedicata alla Cookie Policy

header sito

SOCIAL

         

ROMA

Promotori: Libreria Assaggi – assaggi s.r.l. - COMPLEXITY EDUCATION PROJECT

Assaggi è una società che si occupa di diffusione della cultura e che ha aperto una libreria indipendente. La società, nata per diffondere la cultura scientifica, oggi ospita anche letture, incontri di poesia, teatro, musica, ecc... Si occupa, inoltre, di formazione.

   logo-FB

Fondato da Valerio Eletti nel 2006, nell'ambito delle attività del Label Cattid dell’Università Sapienza di Roma, il Complexity Education Project promuove l’educazione alla complessità; tra i suoi obiettivi c'è anche quello di costituire un punto di scambio di informazioni e di collegamento fra le varie (e spesso eccellenti) realtà di ricerca e di studio di questi temi in diverse aree disciplinari e geografiche del Paese.

 

La chiave della complessità: big data e privacy, psicologia e letteratura, sistema sanitario
Un medesimo approccio per discutere su tre argomenti diversissimi tra loro

martedì 30 giugno 2015

La chiave della complessità in internet: Big data e privacy

Conversazione e discussione in riferimento all’argomento del ‘Quaderno della complessità’: “Ricominciamo da Internet? Viaggio nelle immense miniere dei dati digitali”

ore 19:30 presso Libreria Assaggi - Via degli Etruschi 4, Roma

Valerio Eletti aprirà con una panoramica sullo stato attuale (e prossimo venturo) della raccolta di nostri dati personali sulle reti digitali: dati rastrellati, memorizzati e gestiti da colossi del web, della telefonia mobile e ora anche del cosiddetto Internet delle cose. Il cuore dell'incontro sarà nelle riflessioni che - sulla base di questi dati - nasceranno e si svilupperanno con il discussant, Piero Dominici, e il pubblico partecipante. La chiave di lettura di tutti i fenomeni reticolari - da quelli biologici e sociali a quelli delle reti digitali - non può che basarsi su una visione complessa e sistemica dei problemi e del modo di affrontarli. Pena il fallimento catastrofico derivante da obsolete visioni lineari e deterministiche.

Valerio Eletti

Valerio Eletti è direttore scientifico del Complexity Education Project, nato nel 2006 all’Università Sapienza di Roma, e coordinatore editoriale del ‘Festival della complessità’ e della collana “I Quaderni della complessità” edita da Guaraldi.
Ha fatto numerose docenze in scuole di alta formazione e pubblicazioni sia divulgative che scientifiche sui temi legati alle reti e ai sistemi complessi; tra queste, il pacchetto delle voci dedicate a reti e complessità nel “Dizionario dell’ICT e dei media digitali” dell’Enciclopedia Italiana Treccani.

 

Piero Dominici

Docente universitario e formatore, fa parte di Comitati scientifici internazionali e collabora a progetti di ricerca nazionali e internazionali. Si occupa da vent'anni di teoria dei sistemi e di teoria della complessità con riferimento alle organizzazioni complesse, alle asimmetrie, alle questioni legate a cittadinanza e democrazia.

mercoledì 01 luglio 2015

La chiave della complessità in psicologia e letteratura

Conversazione e discussione in riferimento all’argomento del Quaderno della complessità: “Biografie e molteplicità dei Sé”

ore 19:30 presso Libreria Assaggi - Via degli Etruschi 4, Roma

Luca Casadio e Pietro Barbetta presentano il ‘Quaderno della complessità’ dal titolo: “Biografie e complessità dei Sé”, affrontando il rapporto complesso che lega la creazione di storie e le diverse psicoterapie.
Più che un semplice atto di cura, una psicoterapia è un lavoro sulla biografia dell’utente, un’elaborazione a quattro mani di un storia di vita, ma anche di un modo di atteggiarsi al mondo e di intrecciare relazione e scambi con gli altri.
In quest’incontro si parlerà del rapporto tra (inter)azioni e rappresentazioni e tra narrazioni e comportamenti.
 

Luca Casadio

Psicologo e psicoterapeuta, docente in diverse scuole di specializzazione, si occupa di clinica, ma anche di complessità e di epistemologia dei modelli mentali. Nel suo lavoro propone una sintesi tra le moderne teorie sistemiche, i contributi delle neuroscienze e un’attenta riflessione sul cambiamento . Ha pubblicato numerosi volumi e articoli su questi temi e anche sulla psicologia dell’arte, di cui è esperto.

 

Pietro Barbetta

Pietro Barbetta (1954) insegna Psicologia dinamica e Tecniche psicodinamiche all'Università di Bergamo, è direttore del Centro Milanese di Terapia della Famiglia e coordina il seminario permanente: Bateson-Deleuze-Foucault.
Tra i suoi libri: ‘Le radici culturali della diagnosi’, ‘Anoressia e isteria’, ‘Figure della relazione’, ‘Lo schizofrenico della famiglia’, ‘Follia e creazione’ e ‘La follia rivisitata’.
Ha curato, con Enrico Valtellina, un volume collettaneo sull'opera dello scrittore schizofrenico Louis Wolfson.

 

 

giovedì 02 luglio 2015

La chiave della complessità nelle organizzazioni: ovvero quando la  soluzione è il problema

Conversazione e discussione in riferimento all’argomento del ‘Quaderno della complessità’: “Se la soluzione è il problema. Il falso mito della razionalizzazione nella sanità”

ore 19:30 presso Libreria Assaggi - Via degli Etruschi 4, Roma

Mettere in ordine le cose, razionalizzare ci fa sentire al sicuro. Spesso, però, la razionalizzazione è il problema, e non la soluzione. Spesso, per semplificare, complichiamo la nostra vita, quella delle famiglie e delle organizzazioni in cui viviamo. Il caso della sanità è esemplare. La pretesa di razionalizzare tutto in nome dell’efficienza economica  ha messo in crisi il rapporto tra medico e paziente, tra cittadino e servizi; ha complicato il sistema dei servizi che ha perso di vista, in modo forse irreversibile, il mondo della salute. La chiave di lettura è l’approccio complesso come unica risposta efficace per la gestione di sistemi sociali complessi, come appunto la sanità pubblica. 

 

Fulvio Forino

Ideatore e coordinatore del Festival della Complessità, Presidente di  Dedalo 97, ha maturato una lunga esperienza come Direttore Sanitario Ospedaliero e Aziendale. Impegnato nella ricerca, nell’insegnamento  e nell’applicazione dei principi dell’approccio sistemico al management, alla medicina e alla formazione, docente in decine di eventi formativi e in diversi master e corsi universitarie,  è autore di saggi e articoli.

 

Maurizio Musolino

Dirigente delle Professioni Sanitarie, laureato in filosofia della scienza. Da anni utilizza l’approccio sistemico  alle organizzazioni sanitarie. Si occupa, presso un’Asl della Capitale, della prevenzione dei rischi in medicina. Insegna Qualità e Risk management presso l’Università degli Studi di Roma di Tor Vergata e Elementi di teoria delle decisioni presso la Link Campus University sede in Roma. Autore di pubblicazioni in tema di rischio clinico è co-autore di La cultura dell'incertezza. Fuzzy Logica-Realtà-Sanità-Arte, Eurilink 2010.

 

Newsletter

Inserisci il tuo nome e il tuo indirizzo e-mail per ricevere la Newsletter del Festival della Complessità